il nuovo pammatone  1758

Il 1 Gennaio del 1758 venne posta la prima pietra alla presenza del Doge Gian Giacomo Grimaldi e dell'Arcivescovo di Genova Giuseppe Maria Saporiti. Otto anni dopo l'imponente edificio era terminato. La spesa complessiva fu di oltre seicentomila lire tutta sostenuta da privati

 

 

 

 

     
 

Atrio e scalone dell'ospedale costruiti nel 1766

 

Il settecentesco colonnato e il cortile dell'ospedale

 

 

 

 

 
 

 Nel 1780 Carlo Giuseppe Ratti  cos  descrisse nella sua "Guida" il nuovo Ospedale: "La sua facciata in presente di 230 palmi,  e tutto il circuito 2020. Lungo 70 palmi il portico, e per una nobile scalinata si ascende ad un cortile fornito di numerose colonne, lungo 720, e largo 200 palmi, con una infermeria a dritta lunga 380, sopra la quale altra ne gira, che con altre tre nuove in un perfetto quadrato unendosi ha il circuito di palmi 1000. Le officine, i magazzini, le abitazioni pe' Direttori, Medici, Religiosi, ed altri Ministri sono in gran numero. Le Spezierie sono assai linde, ben conservate, e tutte dipinte, e la Vergine in atto di misericordia, che in una di esse in marmo lavorata si mira, del Ponsonelli. Vi sono anche le scuole di Medicina, Anatomia e Chirurgia. In somma v'ha quanto ad un magnifico Ospedale si conviene. "

TORNA INDIETRO

   

  statuesanmartino@email.it                                                                                     www.statuesanmartino.altervista.org